Streghe di una notte di mezza estate: non solo i maghi possono fare magie ma anche gli scrittori

di Terry Pratchett (Salani). Sin dai tempi più remoti, elfi e fatine hanno riempito di sé fiabe e racconti, saltellando leggiadramente tra i mondi per esaudire i desideri degli umani, trasformare zucche in carrozze e persuadere principi distratti a sposare fanciulle perse nei boschi.  Be’, sono tutte balle. Gli elfi sono meravigliosi perché incutono meraviglia; stupefacenti perché stupiscono; maliardi perché emanano malia; incantevoli perché fanno incantesimi; pazzeschi perché fanno impazzire la gente. Chi ha detto che sono buoni? Gli elfi sono cattivi. E per colmo di sfortuna stanno tornando a Lancre, dove non ci sono più streghe, a parte 
Nonna Weatherwax, Tata Ogg e Magrat Garlick. Che dovranno sudare sette camicie per salvare il Mondo Disco… Uno dei più bei libri di Pratchett che finora ho letto….che c’è di tanto bello? c’è la magia un misto tra le opere di Tolkien e Harry Potter , c’è filosofia, amore, fisica (multi-universi e teoria quantistica applicata alla magia) e tanta ironia e divertimento. La trama è originale, Pratchett  ha uno stile unico costruito su intere vicende che inizialmente sembrano non avere tanto senso ma che continuando la lettura ce l’hanno sempre. Un altro punto di forza del libro sono i protagonisti, le tre Streghe sono veramente adorabili (si lo so si arrabbierebbero molto leggendo che le ho definite adorabili -_- avrebbero preferito: terrificanti e molto stregonesche, termini che comunque gli si addicono) e i Maghi molto spassosi…il finale è perfetto: commuovente e col solito pizzico di divertimento 🙂 ConigliatO!!!
Vi piace questo scrittore? Avete letto qualcosa di suo?

8 thoughts to “Streghe di una notte di mezza estate: non solo i maghi possono fare magie ma anche gli scrittori”

  1. Di Terry Pratchett non ho mai letto niente e non mi ha nemmeno mai attirato più di tanto, le sue copertine e io sono una di quelle che si fa prendere dalla copertina, nonostante il detto.
    Comunque questo libro è nella mia lista desideri da un po' e spero di poter dire la tua stessa conclusione a libro letto 😉

    1. È la quarta storia incentrata sulle streghe…all'inizio del libro l'autore consiglia di iniziare la lettura dopo aver letto il precedente per capire meglio l'ambientazione e il tempo in cui ci si trova…comunque le storie di ogni volume sono autoconclusive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *