Stand by me di Bianca Marconero, recensione

stand by me di Bianca MarconeroStand by me è il nuovo libro di Bianca Marconero. Uno sport romance ambientato al liceo. Questa è la mia recensione.

Piccola precisione: il romanzo non è collegato a nessun’altra storia, quindi potete leggerlo anche se è il vostro primo libro di Bianca Marconero.

I protagonisti della storia sono: Gregorio, un campione del Basket, con tanti soldi, tanti amici e un numero ancora maggiore di ragazze Arianna, “la figlia del custode”, molto intelligente (ma non popolare) e con il sogno di studiare in un college degli USA.

Lui, non si sa “ancora” perché, sembra odiarla e si comporta da bullo ogni volta che lei è nei paraggi.

Il destino, che in questo caso è un padre stufo del comportamento del figlio, li unirà e, tra computer rotti, partite di basket, tuffi in piscina finiti male, corse in biciclette, rabbia, paura, sogni che si avverano, lezioni di trucco e pancake, li cambierà.

libro Stand by me Bianca Marconero libro

La storia, è piuttosto semplice, ma molto scorrevole e coinvolgente, da leggere tutto d’un fiato.

C’è molta ironia nei dialoghi, che mi fanno sempre divertire, tante scene di “normalità adolescenziale“, villa con piscina a parte, sia positive che negative in cui è abbastanza semplice riconoscersi, anche se quell’età è passata da molto e il perenne amore/odio, che caratterizza questo genere di romanzi.

Gregorio è un vero balordo, eppure mai come Alex :P, ma ha un passato molto tormentato che è interessante da scoprire, e che anche se non lo giustifica ce lo fa comprendere un po’ di più.

Alcune delle scelte che la scrittrice gli fa fare, soprattutto nel basket, le ho trovate un po’ senza senso, anche tenendo conto della personalità del protagonista.

Molto dolce il rapporto tra Arianna e il papà che ha la sindrome di Asperger.

Un’altra cosa positiva di: Stand by me sono i personaggi secondari, che riescono a far affezionare subito il lettore. Uno spinoff su Carolina e Michele ci starebbe bene. Che ne dite?

Anche il finale, nella sua semplicità è carino e con quegli elementi da commedia degli equivoci strappa più di un sorriso.

Per me, non il miglior titolo di questa scrittrice, ma comunque una lettura piacevole.

Stand by me, come molti degli altri libri di Bianca Marconero, è gratis con Kindle Unlimited  

 

 

potete usufruire di una prova gratuita di 30 giorni cliccando qui: prova gratis  (alla fine della quale potete disdire l’abbonamento)

e poi scaricare il libro gratis qui: https://amzn.to/2Pncf9O

Artemis Fowl: la recensione del film

p artemis fowl film01Il film di Artemis Fowl è disponibile su Disney + dal 12 giugno. Lo aspettavo da tanto, ma sono rimasta profondamente delusa.

Ecco la mia recensione.

Iniziamo col dire che il film è completamente diverso dal libro di Artemis Fowl.

La storia dovrebbe corrispondere a quella del primo volume della saga con un po’ del secondo, ma ci sono richiami a un personaggio (Opal) che appare ancora dopo, e il tutto è farcito da tanti elementi completamente inventati.

Ma non è questo il problema più grave, posso accettare un po’ di eventi diversi (per esempio i film di: Lo Hobbit mi erano piaciuti nonostante tutti i cambiamenti) ma in questo film vengono stravolte completamente le essenze di ogni singolo personaggio e aleggia su tutto un velo di buonismo, fatto anche male.

Da qui in poi ci sono SPOILER.

Vi spiego meglio: nel romanzo c’è un personaggio maschile (Tubero) che non crede che la protagonista (Spinella Tappo) possa far parte della polizia elfica proprio per il suo sesso, lei si batte e riesce a portare a termine il suo compito e alla fine lui la rispetta di più e diventano amici.  Un buon messaggio, no? Anche se c’è un personaggio maschilista, si arriva a far capire che quel modo di pensare non è giusto. Bene, nel film hanno messo la testa sotto la terra (stile nano :p) e hanno cambiato il personaggio maschile in uno femminile, hanno levato gran parte della tensione e la protagonista ora non agisce più per dimostrare di essere forte e intelligente, ma solo perché tutti pensano che il padre sia un criminale. Ottimo lavoro.

Anche la sorella/cugina (mi dite il senso di fargli cambiare parentela?) di Leale, che nella storia originale è una ragazza che vuole diventare una guardia del corpo e farsi strada in un ambiente dominato da uomini, in questa versione viene ridotta al nulla, potevano benissimo non mettercela. Tanti messaggi di girl power eliminati.

fr artemis fowl film
Questa espressione fa capire tutto!

Anche Artemis è completamente stravolto, il bello del suo personaggio è che è unico, è un criminale, super intelligente che agisce perché vuole diventare più ricco,  almeno all’inizio.

Nella trasposizione è il classico bambino, che come in ogni film per ragazzi, viene travolto dagli eventi, senza avere consapevolezza di niente. Che delusione. Non vi parlo neanche di come hanno ridotto il rapporto tra lui e Leale, perché altrimenti non finisco più.

Ma non posso non  affrontare il problema delle “scelte alla Yates” (il regista degli ultimi Harry Potter). Mettere scene totalmente inventate e inutili, come il protagonista che fa surf (certo, serve per far immedesimare i bambini -_-), e levare archi narrativi importanti come quello della madre, che è profondamente significativo per il cambiamento che porterà nel protagonista e che lo farà diventare “più buono”.

Anche l’amicizia che sembra nascere così dal nulla tra i vari protagonisti, solo per via del fatto che i genitori si conoscono, è ridicola, ok, avere poco tempo per raccontare tutto, però queste erano cose importanti: collaborare per raggiungere un fine comune, ammettere che l’altro è stato bravo, rispettarlo.

Di positivo c’è che visivamente è bello, soprattutto il mondo di sotto, e il personaggio di Bombarda porta un po’ di umorismo e divertimento nella storia, anche qui però hanno sbranato le motivazioni che lo spingono ad agire sostituendole con motivazioni più banali . In ogni attimo del film si vede che è fatto per essere un prodotto Disney. Comunque, la scena in cui apre la mascella è la più bella di tutte.

Che dire di Martina Franca? E di come, ancora una volta, gli italiani sono stereotipati al massimo -__-

Quando alla fine Artemis dice nel finale di essere un Genio del Crimine, fa ridere, chi non ha pensato: Ok se lo dici tu! Noi non l’abbiamo visto…

In conclusione Artemis Fowl è un film adatto solo per un pubblico molto molto giovane che non ha letto i libri, a tutti gli altri probabilmente annoierà.

Leggete i romanzi, che è meglio 😉 e fatemi sapere il vostro parere con un commento.

Artemis Fowl libro
Artemis Fowl 2 libro

Recensione: Falce di Neal Shusterman

Falce è il primo libro di una nuova trilogia distopica scritta da Neal Shusterman.
Il romanzo mi è piaciuto molto e questa è la mia recensione.

cover libro Falce di Neal Shusterman

La trama di: Falce

Falce è ambientato in un mondo dove non esistono più la fame e le malattie, dove non ci sono più guerre ne povertà. Un mondo senza morte. A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un’onnisciente intelligenza artificiale. Sembrerebbe tutto perfetto ma la morte non è del tutto sparita, con una popolazione sempre più in crescita  e risorse che per quanto avanguardiste non sono illimitate, ogni anno un certo numero di persone deve essere “spigolato”, in parole povere: ucciso.

Il compito viene affidato a le Falci, le uniche a  poter decidere chi deve morire e come.

Quando la Compagnia delle falci decide di aver bisogno di nuovi membri, vengono reclutati come apprendisti due adolescenti: Citra e Rowan: Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette.

libro Falce su amazon

Recensione:

Il libro è molto appassionante e  magnetico.

Il tema che affronta non è banale e porta chi legge a riflettere sugli aspetti di questo mondo immaginario in contrapposizione con il nostro, soprattutto quando il lettore farà conoscenza con delle Falci che non agiscono in modo molto etico.

Molti si sono lamentati che il background del libro non sia sviluppato, cioè che non viene spiegato come si arriva ad avere tutta questa tecnologia in grado di evitare persino la morte, e che la cosa non è credibile, per me non è quello il punto su cui bisogna concentrarsi perché non è quella la parte importante della storia, quello è solo un punto di partenza per  analizzare come agiscono le persone davanti alla morte o alla sua assenza.

Leggere le riflessioni nei diari delle Falci e delle singole spigolature è stato interessante, è stato un punto di forza averci fatto assistere in modo dettagliato a questi eventi così significativi per la storia.

Una cosa che non ho apprezzato è stata la parte romance, molto stile primo Hunger Games ma senza triangolo, almeno quello, perchè non ha gran senso e non viene approfondita.

In generale i due protagonisti non hanno una caratterizzazione eccezionale,  e non sono il tipo di personaggi con cui entri subito in empatia o in cui è facile immedesimarsi. Molto meglio quelli secondari.

Spero di leggere qualcosa di più anche sul Thunderhead, visto cosa succede verso la fine della storia.

In Falce ci sono molti colpi di scena interessanti, soprattutto quelli riguardanti Rowan, e anche il finale è stato ben costruito per non risultare scontato. Leggerò sicuramente il seguito.

libro Falce su amazon

 

 

P.S. Il romanzo contiene anche il primo capitolo del secondo volumeThunderhead

 

Che ne pensate? Lo avete apprezzato? Vi piacerebbe una versione cinematografica?

 

Ballata dell’usignolo e del serpente recensione

Hunger Games: Ballata dell'usignolo e del serpente recensione libro

 

Ballata dell’usignolo e del serpente è il nuovo libro della saga di  Hunger Games, scritta da Suzanne Collins, ed è basato sul personaggio del Presidente Coriolanus Snow. Ecco la recensione di questo prequel.

 

Trama:

La storia  in: Ballata dell’usignolo e del serpente è ambientata 64 anni prima degli eventi della trilogia originale durante la decima edizione degli Hunger Games.

Il futuro Presidente Snow è un diciottenne, orfano dei genitori per via della guerra, che vive con la cugina e la nonna a Capitol City.  I tre non godono più di tutto il lusso che avevano prima della rivolta dei Distretti e fanno fatica ad andare avanti.

La sua occasione per andare all’università e riportare al vecchio splendore il nome della famiglia è quella di fare da mentore negli Hunger Games. Gli capiterà un tributo femmina: Lucy Gray,  la quale non sembra avere alcuna possibilità di vincere. Ma entrambi  hanno dei talenti nascosti.

 

 

libro Ballata dell'usignolo e del serpente su amazon

 

 

Recensione:

Sono stata molto felice della scelta della Collins di usare Snow come protagonista e di non propinarci una banalità tipo una storia sui figli di Katniss o i giochi dal punto di vista di Peeta, le scelte non ordinarie, fatte dalla scrittrice, sono uno dei punti forti del libro.

Ballata dell’usignolo e del serpente, ce lo potevano mettere un “La” davanti al titolo, è diverso dagli altri romanzi di HG, usa una narrazione in terza persona e i giochi sono solo una minima parte della storia, ma la sua essenza è puro Hunger Games, leggendo ritroviamo molti degli elementi che hanno caratterizzato la trilogia: la violenza, il dover fare delle scelte non etiche per sopravvivere, la guerra, l’oppressione, il non sapere mai cosa succederà.

In più, risponde a molte domande interessanti su elementi iconici della saga: chi ha inventato i giochi, come si sono evoluti, come sono nati gli ibridi e la storia delle ghiandaie imitatrici.

Questi Hunger Games sono più semplici di quelli a cui siamo abituati, ricordano molto gli spettacoli dei gladiatori al Colosseo, ma non meno spietati.

Snow è un protagonista ben caratterizzato, è un personaggio che agisce nella zona grigia, ambiguo, che cambia nel tempo, ma nonostante mentre si legge si sia a conoscenza di cosa farà in futuro, si riesce comunque ad entrarci in empatia e si arriverà quasi a sperare in un finale diverso.

Mentre a tanti lettori Lucy è molto piaciuta, io l’ho trovata un po’ insulsa, senza niente di speciale, forse perchè non usando la narrazione in prima persona non riusciamo a vedere chiaramente la storia dal suo punto di vista.

Dovete sapere che la ragazza sa cantare e che nel libro ci saranno diverse canzoni e  ballate, a mio gusto la scrittrice avrebbe dovuto dare una sforbiciata a questa parte perché rallenta la storia, sicuramente nel film, già annunciato dalla Lionsgate, sarà più coinvolgente, ma a leggerla così è abbastanza noiosa. Però, scopriremo qualcosa di interessante su una “famosa canzone” che abbiamo già sentito.

Gli altri personaggi sono funzionali, ma non molto caratterizzati, tra tutti ho trovato che la più interessante sia la dottoressa Gaul.

La storia mantiene un buon ritmo e tiene quasi sempre all’erta il lettore, il fatto di conoscere gli eventi futuri, non rovina la storia ma crea tensione, durante la lettura si pensa: “Sapendo quello che sappiamo Lucy  potrà vincerà gli Hunger Games? Snow  compirà tale scelta?” etc… Gli eventi non si sviluppano mai in modo banale, e ci sono diversi colpi di scena interessanti.

Il finale mi è piaciuto, è inaspettato, brutale e che ti lascia li a rimuginarci sopra.

Per me Ballata dell’usignolo e del serpente, funziona.

 

 

Ballata dell'usignolo e del serpente libro amazon

 

 

 

Secondo voi? Cosa vi è piaciuto e cosa no?

P.S. è disponibile anche l’Audiolibro letto da Diego Baldoin.

 

Hunger Games - Ballata dell'usignolo e del serpente audiolibro audible

 

 

Ecco i link per leggere le mie altre recensioni sulla saga:

Il canto della rivolta – libro

 

Hunger Games il film

 

La ragazza di fuoco

 

Il canto della rivolta – parte 1 

Recensione: Le Black Holes di Borja Gonzalez

 Le Black Holes libro
Oggi vi scrivo la recensione del graphic novel:  Le Black Holes di Borja Gonzalez, che ho potuto legger grazie a Oscar Mondadori Vault.

Non entrerò troppo nello specifico della trama di Le Black Holes per non fare spoiler. La storia è ambientata in due archi temporali diversi, tra l’uno e l’altro ci sono 160 anni di differenza. Nel 1856 c’è Teresa, una ragazza che ama l’horror: vampiri, scheletri e cripte, la cui  famiglia la vorrebbe più simile alle sue coetanee. Nel 2016 ci sono Gloria, Cristina e Laura tre ragazze che desiderano avere una band anche se non hanno un gran talento musicale e i  testi delle canzoni che hanno scritto sono molto strani. Le loro storie si uniranno in modo inaspettato.
 Le Black Holes libro su amazon

Questo graphic novel, sia a livello di pagine sia di storia, è più simile ad un racconto che ad un libro, ve lo dico per non farvici rimanere male una volta finito, mi aspettavo una narrazione più articolata invece  arrivata alla ultime pagine ho pensato: “Ok, ma è tutto qui???”.

Le Black Hole è sia una storia semplice che complessa, semplice perché breve, con pochi eventi e non molto incisiva, complessa perchè si passa all’improvviso da un tempo all’altro e questo confonde un po’ il lettore un po’,  nonostante ci siano pattern di colori e di stile che dovrebbero aiutare a capire in quale dei due periodi si è. Inoltre, la trama non risulta lineare ne semplice da metabolizzare, arrivati alla conclusione degli eventi tutto diventa più chiaro ma mentre si legge “si perde tempo” a cercare di comprendere il tutto e si fa fatica a concentrarsi sul resto.

Il libro ha un paio di tematiche interessanti come il bisogno di essere se stessi, di essere accettati dagli altri e il “colpo di scena” finale.

Il  punto forte di: Le Black Hole sono i disegni che hanno uno stile originale e delle colorazioni bellissime, e a differenza del testo riescono a far emozionare. Alcune delle tavole sarebbero perfette per farci un poster.
 Le Black Holes libro su amazon

Borja González - ilustración - Home | Facebook

 

Alla fine questo graphic novel non mi ha convinto molto, ma se volete farvi un’idea potete leggerne un estratto gratis qui.

Fatemi sapere cosa ne pensate con un commento!

 

Solo. Star Wars recensione del libro di Mur Lafferty

libro Solo. Star Wars Da qualche giorno è uscito un nuovo libro della saga di Star Wars, su uno degli eroi più amati della storia: Solo. Questa è la mia recensione del romanzo scritto da Mur Lafferty.

Avete visto il film Solo: A Star Wars Story?
La narrazione che avviene nel  libro è una versione ampliata di quella della pellicola.

In Solo. Star Wars andremo a scoprire chi era  Han prima di incontrare Leila e Luke.

Partendo dalla sua infanzia sul pianeta di Corellia percorreremo insieme a lui alcuni degli eventi iconici della sua vita, di cui siamo a conoscenza grazie agli  altri film di SW.

Piloteremo le navi della flotta imperiale,  incontreremo Chewbe e poi  Lando, giocheremo a Sabacc, ci innamoreremo del Millennium Falcon, ruberemo del pericolosissimo coassio, percorreremo la rotta di Kessel in 12 parsec, affronteremo tradimenti e battaglie, restituiremo la libertà a pianeti e droidi,  e  scopriremo se Han è veramente un tipo che “spara per primo“.

Solo. Star Wars. libro su amazon

Il libro è scorrevole e divertente. Solo è un personaggio con cui il lettore entra subito in empatia, ha un’infanzia difficile, la sua principale occupazione è quella di sopravvivere e cercare di ottenere crediti per poter essere libero, finisce in un gaio dopo l’altro ma ne esce usando l’intelligenza e l’astuzia, è ironico e leale e innamorato. Si, perché molte delle sue avventure in questo romanzo nascono  per trovare e salvare Qi’ra, una sua vecchia “amica” dei suoi tempi su Corellia. Lei, al contrario di lui, non risulta simpatica e fino alla fine non si sa da che parte sta, nonostante questo è un personaggio interessante che sarebbe bello approfondire.

Anche Lando, con le sue stranezze e il suo modo  di fare un po’ subdolo riesce ad attirare l’attenzione del lettore. La sua storia con L3-37  è molto carina e tenera, il droide avrà  un ruolo comico ma ci farà fare anche delle importanti riflessioni.  Tutto tra un colpo e l’altro di blasterSe loro due vi sono piaciuti potete leggere anche Star Wars. Last shot, che la approfondisce. Questo libro apre la porta per molti altri spinoff.

Solo. Star Wars è  una storia adatta soprattutto per i fan nostalgici della saga, che sono sempre pronti a scoprire nuovi particolari (tra cui: sapete perché si chiama Solo?),  ma potrebbe anche essere un primo semplice approccio a questo immenso universo.

Stimolante anche il finale, che chiude le trame principali, ma introduce un’altra “famosa conoscenza” di chi ha visto i film.

Un seguito non mi dispiacerebbe per niente.
 Han Solo film/libro su amazon

Che ne pensate? Avete letto altri libri di questo franchise?

Heartstopper di Alice Oseman – Recensione

Heartstopper 1: è il primo volume (per ora di 4) di una serie di graphic novel scritte e disegnate da Alice Oseman, in uscita in Italia il 12 maggio grazie a Mondadori.
Heartstopper vol 1 in italiano
Ho potuto leggere la storia in anteprima, ma prima di scrivervi la recensione ecco alcune precisazioni.

L’autrice aveva già pubblicato un libro dal titolo: Senza nuvole, in cui compaiono come personaggi secondari i protagonisti di Heartstopper: Charlie  e Nick. Quindi questo può essere considerato un prequel della loro storia.

Ovviamente possono essere letti entrambi indipendentemente.

Heartstopper è stato una lettura dolcissima e molto piacevole. Così appassionante che le pagine si divorano. Leggendolo vi ritroverete con gli occhi a cuoricino e vi farete molte risate.

Iniziamo con  la trama:

Charlie e Nick frequentano la stessa scuola ma non si sono mai incontrati… fino al giorno in cui si trovano seduti l’uno accanto all’altro. Diventano subito amici e poi, pian piano, si innamorano.

La storia raccontata in questo volume è molto semplice, ma lo stile dell’autrice, i disegni e la grande naturalezza con cui viene raccontata la rendono tanto coinvolgente e per nulla banale.

Girando le pagine, viviamo situazioni in cui è facile immedesimarsi, perché tutti le abbiamo vissute: le prime fasi di un amicizia, le prime volte in cui si inizia a pensare diversamente ad una persona, i dubbi che si sciolgono, e questo ci da un messaggio importante su cui riflettere.

All’autrice stanno molto a cuore le tematiche LGBT e più in generale la scoperta e la comprensione di se stessi. Tratta molto bene anche se, in modo secondario, temi come il  bullismo e l’amore violento.

I disegni sono semplici,

pochi tratti, e così anche i dialoghi, le tavole sono molto luminose e  tutto questo contribuisce a rendere la storia estremamente comunicativa e a dare un senso di felicità e dolcezza.  A volte basta il disegno di un cuoricino in un  balloon per esprimere tutto.

Heartstopper 1 su amazon
Interessante anche la comparsata di Tori, la protagonista di  Senza nuvole anche se rimane sullo sfondo sembra che abbia molto da dire, credo che finiti tutti i volumi rileggerò il libro su di lei.

Un po’ prima della conclusione succede un evento, non entro troppo nei dettagli, che  in altri libri o serie tv, si sarebbe risolto con il protagonista che dopo un dispiacere torna dall’ex, mentre in Heartstopper l’autrice ha fatto una scelta molto matura, e più realistica, su come  risolvere la questione. Questo mi ha fatto  considerevolmente piacere ed è  indicativo su com’è questo libro.

Il finale è estremamente aperto, e mette voglia di continuare a leggere, come avrei voluto avere già i seguiti!

Dopo le ultime pagine ci sono degli extra simpatici,

ho apprezzato soprattutto le pagine del diario, tra cui cui delle schede con i disegni dei personaggi e alcune loro caratteristiche, qui c’è una cosa che non mi è piaciuta perché è stato svelato l’orientamento sessuale di uno dei ragazzi, invece sarebbe stato più bello scoprirlo leggendo i libri seguenti. Carinissimo, invece, lo smistamento nelle case di Hogwarts lol

Consigliatissima! La leggerete? Che dite vista la facilità dei dialoghi provo a continuarla in inglese?

Heartstopper Volume One (English Edition) di [Alice Oseman]
Heartstopper Volume Two (English Edition) di [Alice Oseman]

Loki, Il giovane dio dell’inganno: recensione

Loki, Il giovane dio dell'inganno

Ho finito di leggere il libro: Loki, Il giovane dio dell’inganno di Mackenzi Lee ed ecco la mia recensione.

La trama:

Loki, Il giovane dio dell’inganno, è un libro basato sul personaggio Marvel omonimo, ambientato prima di tutte le avventure degli Avengers.  Loki è  un giovane stregone impegnato per dimostrarsi eroico e meritevole del trono di Asgard. Ma tutti intorno a lui lo ritengono inadeguato e sono spaventati dal suo potere, tranne Amora, l’apprendista maga, che lo sente come uno spirito affine e riesce a vedere la sua parte migliore. È l’unica che apprezzi la magia e la conoscenza. Le cose si mettono male quando i due causano la distruzione di un potentissimo oggetto magico che fa vedere il futuro, lei viene esiliata e privata dei poteri, lui viene mandato sulla Terra, nella Londra del diciannovesimo secolo, a risolvere alcuni omicidi molto strani e finirà per scoprire la fonte del proprio potere e quale sarà il suo destino.

 

 Loki. Il giovane dio dell'inganno su amzon

La recensione:

Il libro, fin da subito, è molto scorrevole e divertente, con molti dialoghi e ironia.

Loki è un protagonista affascinante, in cui è facile riconoscersi, perché nonostante l’ambientazione magica, si ritrova a fare i conti con molte situazioni da adolescente medio, come il sentirsi sempre inadeguato, il non voler deludere i propri genitori, il combinare casini e, in generale: avere un sacco di problemi familiari.

Anche la sua crescita e il suo arrivare a capire chi è veramente è una cosa in cui ci si può, facilmente, immedesimare.

Quindi il romanzo risulta estremamente adatto per un pubblico young adult.

Gli altri personaggi, tra cui Thor, non vengono molto caratterizzati, abbiamo una visione superficiale del grande Eroe biondo, un po’ tonto, e di Odino.

Anche Theo, un giovane abitante della Terra, con un ruolo importante nella storia, nonostante un backgraund interessante, che tocca argomenti molto attuali (si parla con grande naturalezza di tematiche LGTBQ+), non riesce a brillare.

Troverete una leggera parte romance, ma sempre finalizzata alla crescita del protagonista.

Insomma il libro è incentrato su Loki.

Lo svolgersi delle indagini nella piovosa Londra, è appassionante e ha un risvolto inaspettato.

Simpatici i riferimenti ad altri elementi dell’universo Marvel, quasi come guardare un film e cercare i cameo.

Per concludere, diciamo che alcune potenzialità del libro non sono state sfruttate al meglio, ma la scrittrice è riuscita comunque a rendere la lettura piacevole.

Da segnalare anche l’edizione molto bella e curata graficamente.

 

 Loki. Il giovane dio dell'inganno su amzon
Qual è il vostro parere? Vi piace l’universo Marvel? Quali altri libri su questo personaggio avete letto?

Shadowhunters: libri da leggere prima di: La catena d’oro

Shadowhunters La catena d'oro e altri libri
Ieri è uscito il primo libro della nuova trilogia di Shadowhunters: La catena d’oro di Cassandra Clare.

Libri da leggere prima di: Shadowhunters: La catena d’oro

Visti i tantissimi romanzi della scrittrice, se vi state chiedendo se c’è qualcosa da leggere assolutamente per capire la nuova storia, la risposta di Cassandra Clare è: NO.

Però per una lettura più completa o se dopo volete leggere gli altri, bisognerebbe iniziare con: The Infernal Devices, in italiano: Le origini (L’angelo, Il principe, La principessa) perché: La catena d’oro può considerarsi un seguito di questi volumi e quindi ci saranno “spoiler” su cose successi in quelli.

Altri riferimenti a questo nuovo romanzo

e delle introduzioni ai suoi personaggi si trovano anche nelle novelle di: Le Cronache di Magnus Bane (in: L’Erede di Mezzanotte), Le cronache dell’Accademia Shadowhunters (in: Il demone di Whitechapel, Soltanto ombre) e in Shadowhunters: Fantasmi del mercato delle ombre (in: Verità nell’ombra e in: Croce e delizia).

La trama di: Shadowhunters: La catena d’oro:

Cordelia Carstairs è una Shadowhunter, e in quanto tale le è stato insegnato fin dalla più tenera età come si combattono i demoni. Quando il padre viene accusato di un terribile crimine, lei e il fratello Alastair partono alla volta di Londra con la speranza di riuscire a evitare la rovina della famiglia. Sona, la madre, vorrebbe che lei trovasse un marito e si sistemasse, ma Cordelia è più determinata a diventare un’eroina che una sposa. Presto, nella capitale britannica, la sua strada si incrocia nuovamente con quella di James e Lucie Herondale, suoi cari amici d’infanzia, che la trascinano in un mondo sfavillante e affascinante, fatto di sale da ballo, missioni segrete e luoghi magici popolati da vampiri e stregoni, dove Cordelia però è costretta a tenere nascosto il suo amore per James, promesso sposo di un’altra fanciulla.

La nuova vita della ragazza viene sconvolta quando una serie di attacchi demoniaci devasta la città, e questa volta si tratta di qualcosa di completamente diverso da ciò con cui hanno avuto a che fare fino a questo momento gli Shadowhunters. Qualcosa di apparentemente impossibile da uccidere che si muove alla luce del sole e colpisce la gente ignara con un veleno letale. Londra è messa immediatamente in quarantena e gli amici di Cordelia, intrappolati come lei nella città, scoprono di essere dotati di poteri incredibili, un’eredità oscura di cui fino a quel momento ignoravano l’esistenza. Questo li costringe a compiere una scelta drammatica che li condurrà a comprendere quanto crudele sia il prezzo da pagare per essere eroi.

shadowhunters la catena d'oro amazon

La prima edizione

sarà un edizione speciale con contenuti esclusivi: un racconto inedito e un poster con l’albero genealogico degli Shadowhunters nella parte dietro della copertina.

Curiosità

Secondo quanto detto dalla scrittrice il titolo: La catena d’oro è ispirato a:  Grande speranze e la storia può essere vista come un retelling del libro di Charles Dickens

Cosa avete letto della Clare e qual è il vostro preferito? Questo nuova uscita vi attira?

 

Prima di scrivere questo post ho visto il video di Mirko Smith, in questo blog invece ho trovato una guida sull’ordine in cui leggere i titoli della varie trilogie di Shadowhunters.

shadowhunters la catena d'oro amazon

Grass Kings. I re della prateria: Recensione

Grass Kings i re della prateriaGrass Kings. I re della prateria è un grafic novel pubblicato da Oscar Mondadori Vault. La storia è stata scritta da Matt Kindt mentre i disegni sono di Tyler Jenkins. Il volume che ho letto in anteprima e di cui state leggendo la recensione è la versione che include tutta la saga.

La trama di Grass Kings 

Tre fratelli Robert, Bruce e Ashur governano: Il Regno della Prateria, una terra distaccata dalle città vicine, perché segue solo le proprie regole e dove le persone vanno per cercare la libertà.

Le cose però non sono idilliache: Robert, il Capo, ha gravi problemi da dopo che ha perso la figlia Rose, scomparsa sulle rive di un lago, e dopo il conseguente abbandono della moglie. Bruce, invece, a seguito di un problematico passato da uomo di legge, si occupa di gestire la sorveglianza del Regno.

Inoltre, i fratelli e gli abitanti di questa comunità hanno problemi con lo sceriffo della città vicina, con i federali e forse nei loro territori c’è un assassino.

La storia risulta interessante, soprattutto per l‘amplia gamma di personaggi presenti e per la loro caratterizzazione. Ci sono violenza e scontri fisici, c’è la perdita della fiducia e legami profondi. I dialoghi sono minimali, non si perdono in chicchere inutili e si abbinano perfettamente alle tavole. La storyline thriller ha uno sviluppo abbastanza inaspettato e un buon finale.

grass kings amazon

Grass Kings disegniI disegni di Grass Kings:

A mio gusto, la cosa più bella di questo volume è stata la colorazione delle tavole. La tecnica dell’acquarello e le tonalità di colore scelte rendono tutto molto evocativo ed esaltano i disegni che, in base al momento della storia, variano molto, possono essere super dettagliati, soprattutto nelle descrizioni del Regno e della natura circostante, mentre altre volte si riducono a tratti più semplici e violenti, che creano un contrasto con i colori.

Altre considerazioni:

È stato un graphic novel molto diverso dai soliti che leggo, sia i disegni che la storia portano a destabilizzare il lettore e rendono la lettura molto stimolante. Mi è piaciuta anche l’edizione, sinceramente non avrei comprato i volumi singolarmente perché credo che la storia letta in modo separato e a distanza di tempo avrebbe perso pathos ed efficacia.

Per i fan delle serie tv, Grass Kings ne ispirerà una  prodotta da Legendary Television, sarà interessante vedere come riusciranno a trasporre le atmosfere e la storia.

Se volete comprarlo, cliccando sul link di Amazon : https://amzn.to/39Jq0rN otterrete un buono sconto di 7 euro (fino al 3 aprile) utilizzabile per comprare altri libri.

Lo avete letto/ volte leggerlo? Cosa vi è piaciuto di più?