Skip to main content

A un metro da te: Recensione libro e film

A un ,metro da te locandina film
Ieri ho visto in anteprima il film: A un metro da te, da cui è tratto l’omonimo libro scritto da Rachael Lippincott, la cui data d’uscita italiana nei cinema è fissata per il 21 marzo.

I protagonisti della storia sono Will e Stella due ragazzi malati di fibrosi cistica, interpretati da Cole Sprouse e Haley Lu Richardson, che si innamorano nonostante debbano rimanere sempre ad almeno due metri di distanza per evitare di trasmettersi tra loro dei batteri che potrebbero ucciderli.

I due hanno caratteri del tutto opposti: Stella segue in modo coscienzioso tutte le sue terapie per avere maggiori probabilità di sopravvivere quando gli verranno trovati dei polmoni per il trapianto, Will invece è rassegnato, vorrebbe non sprecare il tempo rimastogli stando in ospedale, ma ognuno influenzerà l’altro cambiandogli la vita.

In questo caso è il libro ad essere tratto dal film, quindi le differenze sono minime, giusto qualche battuta diversa, un po’ il finale e il fatto che nel romanzo i capitoli alternano la narrazione dal punto di vista dei due protagonisti.

Nel complesso il film/libro risulta carino, con dei bravi attori e ha sicuramente il pregio di far conoscere ai lettori/spettatori la fibrosi cistica e a sensibilizzarli su questa malattia per cui ancora non esiste una cura definitiva .

Però la storia in se risulta banale, già sentita in altri libri e film solo con un una malattia diversa (ho visto un episodio di Grey’s Anatomy quasi uguale).

Succede tutto quello che ci si aspetta, senza sorprese. 

A un metro da te, strappa qualche risata senza però avere l’ironia di Colpa delle stelle, e se non si è troppo cinici anche qualche lacrima.

Non ho apprezzato la seconda parte del film, soprattutto la scena del laghetto, in quanto inserisce a forza dei colpi di scena in modo poco intelligente. Credo che noi lettori ci meritiamo di più [spoiler] di un laghetto ghiacciato che si rompe e di quella specie di massaggio cardiaco -_-

E da qui in poi si inizia a perdere un po’ di empatia verso i protagonisti e anche il finale non convincere fino in fondo, nonostante il messaggio positivo alla Carpe diem.

Si può fare di meglio.

Fatemi sapere con un commento se avete letto il libro (qui potete trovare le prime pagine), come vi è sembrato e se andrete al cinema 😉

Macchine Mortali – L’oro dei predoni

Cover libro Macchine mortali 2 - L'oro dei predoni Avete letto il libro: Macchine Mortali di Philip Reeve, da cui da poco è stato tratto il film? Sapevate che esiste un sequel? Macchine Mortali 2 – L’oro dei predoni.

Il romanzo era già stato pubblicato nel lontano 2005 con il titolo Freya delle Lande di Ghiaccio e presto (19 marzo 2019)  Mondadori ne farà una nuova ristampa cambiando il titolo in  Macchine Mortali – L’oro dei predoni, visto anche la difficoltà di reperimento della vecchia edizione.

Per concludere la saga ci sono altri due libri e una trilogia prequel ambientata sempre nel mondo di Macchine mortali (ancora inediti in Italia).

Ecco la trama del nuovo volume:

Sono passati ormai più di due anni dalla distruzione di Londra e Tom ed Hester, ancora insieme e sempre più innamorati l’uno dell’altra, vivono solcando i cieli a bordo della Jenny Haniver e commerciando tutto ciò che trovano lungo il loro cammino. Hester si sta persino abituando alla felicità, proprio lei che per anni ha vissuto ai margini, affamata e rassegnata alla solitudine. Finalmente sembra essersi ritagliata il suo posto nel mondo, accanto al suo Tom.

Un giorno, però, dopo essere stati attaccati dallo Stormo Verde, i due precipitano nelle Lande di Ghiaccio, dove vengono soccorsi in extremis da Anchorage, una città un tempo pacifica e gloriosa ma che ora riesce a stento a sopravvivere e che si muove scivolando silenziosa come un fantasma attraverso quelle distese innevate e inospitali. Qui vengono accolti a corte da Freya Rasmussen, la giovanissima e nobile margravia della città. La ragazza, dopo la morte dei genitori a causa dell’epidemia che ha decimato la popolazione di Anchorage, ne ha assunto la guida e ha scelto di darle una nuova, spregiudicata rotta verso l’America, il continente morto. Proprio quelle terre lontane e devastate dalla Guerra dei Sessanta Minuti, dove quasi nessuno è mai riuscito a spingersi e dove si narra si trovino oasi rigogliose e lussureggianti.Macchine Mortali film

La permanenza nella città e, soprattutto, la vicinanza con Freya, con la quale condivide interessi e passioni, risveglieranno però in Tom la nostalgia per la sua vecchia vita londinese e inizieranno a creare un’incrinatura nel suo rapporto con Hester, come una crepa nel ghiaccio, molto sottile ma pronta ad allargarsi. Tanto da spingere la ragazza, furiosa per la gelosia, a prendere una decisione che rischierà di mettere in pericolo tutto ciò per cui ha lottato fino a quel momento.

La trama non mi sembra all’altezza del primo, ma voglio leggere comunque Macchine Mortali – L’oro dei predoni, perché il precedente è stato appassionante e complesso con risvolti inaspettati, niente a che vedere con il film che ha banalizzato molto la storia.

Fatemi sapere con un commento il vostro parere su queste storie. Continuerete la saga? Avete letto altri libri di Philip Reeve?

 

Ritorno al futuro: il libro di George Gipe e i fumetti

Nuova edizione libro Ritorno al Futuro Buone notizie per i fan dei viaggi nel tempo, dei film e per tutti i nerdSalani ripubblicherà il libro: Ritorno al futuro di George Gipe (autore anche di quello dei Gremlins).  Uscirà in italia il 14 febbraio, un regalo perfetto per San Valentino.

Il romanzo è la trasposizione letteraria del film, ma ci sono anche un paio di scene inedite.

Questa è la trama ufficiale:

Marty McFly è un ragazzo come tanti: vive in una cittadina di provincia, frequenta svogliatamente la scuola, ama il rock degli anni Ottanta e ha un paio di genitori, anche se non della miglior specie. Se non ci fossero Jennifer, la bella e spigliata compagna di scuola, e soprattutto Doc Brown, un eccentrico uomo di scienza, per Marty la vita sarebbe sciatta e monotona, qualcosa da cui fuggire. E in effetti ne fuggirà, ma all’indietro, grazie a un ardito esperimento dell’amico scienziato e a una ruggente DeLorean a propulsione nucleare adattata a macchina del tempo. Marty si ritrova così catapultato nel 1955, prima della sua nascita, nella sua cittadina com’era una volta. E ritornare al futuro non sarà così semplice.

Serie animata ritorno al futuro

Non sapevate che esistesse un libro? Ecco altre cose che forse non sapevate sulla saga.

  • Il titolo doveva essere: Spaceman from Pluto ma poi Spielberg convinse tutti che Back to the future fosse meglio.
  • Successivamente al terzo film: Ritorno al futuro – Parte III, venne realizzata una serie animata di due stagione: Back to the Future – The Animated Series.
  • Inizialmente la Delorean avrebbe dovuto essere un frigorifero, ma i produttori avevano paura che poi i bambini/ragazzi si chiudessero dentro uno di essi per emulare il film. 
  • Elijah Wood (Frodo) fa una comparsa come uno dei bambini nella sala giochi. 
  • A continuare le storie di Martin e Doc ci sono i fumetti:

Fumetti Ritorno al futuroRitorno al Futuro – Storie mai narrate e linee temporali alternative, con episodi inediti collegati alle storie dei film.

Ritorno al Futuro – Paradosso Continuum ambientato nel 1986, qualche mese dopo la partenza di Doc con il treno del tempo, alla fine del terzo film.

Ritorno al Futuro – Linee temporali alternative – Citizen Brown, adattamento del videogioco: Back To The Future: The Game, ambientato nel 1986 Marty deve tornare nel passato per salvare Doc Brown, rimasto bloccato nel 1931.

Ritorno al Futuro – Chi è Marty McFly? in cui troviamo la storia di Needles e la nuova avventura di Marty e Doc attraverso il tempo, in cui il primo cercherà di capire chi è e qual è il suo passato.Fumetti back to the future

Ritorno al Futuro – Mala Tempora Parte 1 e 2 con varie storie: prima Doc che si reca nel 2017 per procurarsi la tecnologia hover destinata al treno del tempo, poi la storia dello zio Joey, quello che è in prigione, e quella di come Marty va nel 1972, intenzionato a rimettergli a posto il passato.

Back To The Future: Biff To The Future (per ora solo in inglese) che racconta le vicende di Biff in una realtà alternativa.

Vi piace questa saga? Che ne pensate del libro e dei fumetti? Sapevate già le curiosità che ho scritto nel post?

Se ne avete altre scrivetele nei commenti.

Carmen Sandiego: serie tv, libro e Funko

Carmen Sandiego serie tv netflix

Se negli anni 90 eravate ragazzi sicuramente vi siete chiesti anche voi: Dov’è finita Carmen Sandiego? 20 anni dopo Netflix ci fa un’altra domanda: chi è veramente Carmen Sandiego? E con una serie tv animata ha deciso di far conoscere il trench rosso e il fedora dell’infallibile ladra anche alle nuove generazioni.

Nella serie principale vedevamo la storia dal punto di vista di due fratelli Zack e Ivy, agenti della ACME, sempre in giro per il mondo per cercare di catturare Carmen, ladra e leader dell’organizzazione criminale VILE. Nel reboot invece la protagonista è Lei, in versione quindicenne, non è più un villain, ma un personaggio positivo a cui è facile affezionarsi. E puntata dopo puntata (sono 9) scopriremo il passato della famosa ladra e cosa l’ha spinga a commettere i suoi furti.

Oltre a Carmen ci sono tanti altri personaggi: sia vecchi che nuovi: ritroviamo Zack e Ivy, tra i nuovi: PLa vera Storia di Carmen Sandiego Librolayer, suo primo amico e hacker che l’aiuta nelle missioni, il divertente ispettore Devineaux dell’Interpol, i compagni di scuola di Carmen, ognuno con il suo tratto distintivo da criminale, e gli insegnanti.

Lo sviluppo della trama non è banale, con svolte inaspettate e rivelazioni interessanti.

Un altro punto in comune con la serie originale è quello di dare anche delle informazioni educative: sulla geografia, sulla storia e sui luoghi in cui si svolge la puntata.

Funko pop Carmen SandiegoE la storia di Carmen non finisce qui infatti Netflix sta sviluppando  un film in live action e per  Magazzini Salani è uscito il romanzoLa vera storia di Carmen Sandiego, tratto dalla nuova serie, un libro scorrevole, divertente e avvincente, che tra le altre cose svela il perché del famoso abbigliamento in rosso e da dove viene il nome Carmen Sandiego. Non mancano neanche il Funko: https://amzn.to/2UGgSwE e il vestito per Carnevale

Fatemi sapere con un commento se guardavate la serie originale e cosa pensate di questa.

 

Sempre e solo Leah: il nuovo libro di Becky Albertalli

Vi ricordate di Love, Simon? Il romanzo di Becky Albertalli da cui lo scorso anno è stato tratto un film.

La scrittrice ha scritto un’altro volume ambientato sempre nel mondo di SimonLeah on the Offbeat incentrato sulla sua amica Leah.

La Mondadori ha deciso di tradurlo e dal 5 febbraio sarà disponibile anche in italiano con il titolo: Sempre e solo Leah.

Ecco la trama:

Quando suona la batteria insieme al gruppo, Leah Burke non sbaglia un colpo, ma ultimamente la sua vita fatica a tenere il ritmo. Con la scelta dell’università alle porte, una mamma single adorabile ma scombinata e la perenne sensazione di essere un’outsider in mezzo ai suoi amici e alle loro famiglie perfette, Leah avverte che qualcosa è offbeat, fuori tempo. E ora che il suo forte interesse per Abby sta diventando amore, non ha il coraggio di confidare a nessuno di essere attratta anche dalle ragazze, nemmeno a Simon, il suo migliore amico serenamente gay. Basteranno il suo pungente senso dell’umorismo e il suo sguardo irresistibilmente cinico sul mondo a farle vincere la paura di perdere ciò che ha di più prezioso, aiutandola a trovare di nuovo la nota giusta?

Siete curiosi di leggere questa nuova storia? Tra gli amici di Simon qual è il vostro preferito?

Potete prenotare il libro qui: https://amzn.to/2QYNteD

Tolkien: Il film e trailer

Che ne pensate? Conoscete già la storia di questo famosissimo scrittore?

The outsider: la serie tv del nuovo libro di Stephen King

The outsider la serie tv dal libro di Stephen KingIl libro: The Outsider di Stephen King diventerà una serie tv grazie a HBO.

Per ora sappiamo che avrà dieci episodi e che l’uscita è prevista per il 2019.
Jason Bateman dirigerà i primi episodi della serie mentre la sceneggiatura verrà affidata a Richard Price.
Stephen King sarà coinvolto nel progetto come produttore esecutivo della serie e come cosceneggiatore dell’episodio pilota.

Ben Mendelsohn avrà un ruolo da protagonista ma non si sa ancora se interpreterà Maitland o Anderson.

Se non conoscete la trama del libro ecco un piccolo riassunto: 

In The Outsider il detective Ralph Anderson dovrà risolvere un caso di omicidio brutale: quello di un ragazzino di 11 anni, che all’apparenza sembra semplicissimo, tutti gli indizi portano ad accusare Terry Maitland, un tranquillo e pacifico insegnante di inglese. Ma durante le indagini tutte le sicurezze crollano…Eh si, non mancherò l’elemento sopranaturale.

Ad aumentare il fascino del libro ci sono molti richiami alla trilogia di Mr Merceds e uno dei suoi protagonisti farà ritorno in The Outsider.

Siete contenti di questa news? Io moltissimo, il libro mi è piaciuto proprio tanto. Speriamo che riescano a non rovinarlo.

Lasciatemi un commento con le vostre impressioni sul libro 😉

 

Artemis Fowl: trailer del film in italiano

Artemis Fowl filmE’ online il primo trailer in italiano del film di Artemis Fowl, saga di libri per ragazzi scritta da Eoin Colfer.

L’adattamento cinematografico riprenderà le vicende dei primi due libri: Artemis FowlArtemis Fowl – L’Incidente artico e sarà sarà diretto da Kenneth Branagh. La data d’uscita è prevista per il 9 agosto 2019.

Ad interpretare Artemis, un giovanissimo e ricchissimo genio del crimine, ci sarà l’esordiente Ferdia Shaw.  Gli altri protagoisti sono : Domovoi Leale, la sua guardia del corpoil Capitano Spinella Tappo, il Comandante Tubero e Bombarda Sterro. Tranne i primi due gli altri non sono umani sono abitanti del sottosuolo, un mondo popolato da elfi, folletti, goblin, nani e troll.

 

 

La colonna sonora del film è affidata a Patrick Doyle, che ha già composto quella di Harry Potter e il Calice di Fuoco.

Per me promette bene. Anche se per Artemis avrei scelto un attore un po’ diverso, dai tratti più spigolosi.

A voi che ve ne pare? Avete letto i libri? Siete riusciti a decifrare il codice segreto alla fine di ogni pagina?

Fatemelo sapere con un commento!

5 Giochi da tavolo di Harry Potter

Vi piacciono i giochi da tavolo? Vi piace Harry Potter? Perfetto, ecco cinque rivisitazioni di giochi da tavolo classici in versione Harry Potter.

Dopo aver letto questo post giocare a Cluedo, Trivial Pursuit, Labirinto, Uno e Scarabeo sarà molto più magico. Questi giochi sono un perfetto e originale regalo di Natale per un appassionato della saga.

Scarabeo 

Questa versione del gioco aggiunge alla classica un glossario di Harry Potter contente le parole valide per giocare e un mazzo di 36 carte, che permetteranno di eseguire azioni inedite. Lo trovate a questo link: https://amzn.to/2KDL2g9

 

 

 

 

 

 

Trivial Pursuit

 Trivial Pursuit versione Harry Potter Ultimate Edition

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono due edizioni del gioco , entrambe si riferiscono ai film: nella prima (che potrete trovare sia in italiano che in inglese) ogni giocatore tira il dado e deve rispondere ad una domanda, ce ne sono 600, se indovina guadagna un triangolino da mettere nella “tortiera”. La seconda (per ora solo in inglese) contiene pedine e tabellone come nell’edizione classica di Trivial, ci sono 1800 domande divise per categorie e alcune delle domande riguardano Animali fantastici.

 

Cluedo

In Cluedo Harry Potter (disponibile in italiano) uno studente è apparentemente svanito da Hogwarts… e tocca a Harry, Ron, Hermione, Ginny, Luna o Neville cercare di scoprire chi è stato, dove e con quale incantesimo o oggetto. Il gioco introduce una novità ci sono quattro dischi rotanti, che per effetto del lancio di un dado speciale, ruotano chiudendo porte e rivelando passaggi segreti. Il link per prendere il gioco è questo: https://amzn.to/2Q06Rw7

 

 

 

 

Labirinto

In questo gioco i personaggi della saga di Harry Potter sono nascosti nell’intricato Labirinto, muovendo le tessere che compongono il tabellone (e il relativo labirinto) si creano strade e passaggi per raggiungerli. Le regole sono abbastanza semplici quindi è adatto anche ai più piccoli. Qui il link https://amzn.to/2Shxcm1

 

 

 

Uno

Il gioco rovina amicizie in versione magica. Le carte hanno le immagini dei personaggi dei film e ce ne sono di speciali oltre ai soliti blocca/cambio giro. Potete trovarlo qui: https://amzn.to/2PWP8pm

Avete giocato a qualcuno di questi? Ne conoscete altri? Fatemelo sapere con un commento, così da aiutarmi a rendere questo post ancora più utile.

Il Re Mago di Lev Grossman – Recensione

cover italiana il re mago lev grossman Ho letto: Il Re Mago, secondo libro della trilogia: The magicians di Lev Grossman, che sta diventando una delle mie preferite.

Se non la conoscete potete scoprire la trama e i personaggi qui: https://www.libriepopcorn.it/2016/05/the-magicians-serie-tv-e-libri.html

I pregi di questa trilogia e nello specifico di questo libro sono dei protagonisti originali e veri, complessati e divertenti e una trama con sviluppi sempre interessanti e un sacco di WTF.

Rispetto alla serie tv i libri sono più seri e l’arco temporale in cui si svolgono le vicende molto più lungo.

Il Re Mago: divide l’attenzione del lettore in due, da una parte si può leggere quello che sta accadendo a Fillory a Q e gli altri re e regine, dall’altra abbiamo, finalmente, accesso alla storia di Jules, si ormai siamo amici e li chiamo anche io con i loro soprannomi, e a alla sua magia tutta diversa da quella praticata a Brakebills.

Il modo in cui è raccontato è particolare, a volte, lo scrittore si sofferma per molto tempo su alcuni avvenimenti di importanza minore, poi BUM arriva il colpo di scena e si risolve tutto in due pagine, senza però lasciare mai cose irrisolte.
La storia è ricca di citazioni e riferimenti ad altri libri, soprattutto ad Harry Potter 😉
Nel libro c’è poco Elliot, che senza le sue stranezze e le voglie di vino e sesso, diventa un re troppo normale e noioso, meglio quello della serie.The magicians serie tv: Elliot e Penny nella biblioteca
Anche Penny fa una sua breve comparsata giusto per metterti molta voglia di conoscere e comprendere meglio l’Ordine dei Bibliotecari, di cui spero si parlerà meglio nel terzo.

Il finale è straziante, ti fa indignare per le ingiustizie del mondo, come se avessi 11 anni, e ti mette una gran curiosità per l’ultimo capitolo.

Intanto ho iniziato la terza stagione della serie tv, e per ora mantiene gli altissimi standard delle precedenti, sicuramente ci saranno spoiler su cose che ancora non ho letto, ma con il terzo libro ancora non tradotto non si sa per quanto, non voglio aspettare.

Vi do anche la bella notizia che ci sarà una quarta stagione. Contenti?

Che ne pensate dei libri? Avete visto la serie tv? Qual è il vostro personaggio preferito? Lasciatemi un commento con le vostre impressioni 😉