Recensione: Prodigy di Marie Lu

libro Prodigy di Marie Lu

Ho finito anche Prodigy, seguito di Legend, che mantiene l’ottimo livello del suo precedessore.


La storia riprende, senza grandi salti temporali
, da dove il primo libro si era concluso.


Day e June sono in fuga dalla Repubblica
, sono feriti, fisicamente ed interiormente, e molto stanchi. L’unica possibilità che gli viene in mente è quella di rivolgersi ai Patrioti, che accettano di aiutarli ma ad un grande prezzo, e non parliamo di soldi.

Hanno un piano preciso, in cui i due ragazzi hanno un ruolo fondamentale, atto a far ribellare la popolazione.


Non scendo più nei dettagli, perché è un vero piacere scoprirli leggendoli, e non spoilerandosi con la quarta di copertina.

Il ritmo è veloce e il libro scorrevole. C’è tanta azione, e la parte romance si fa sentire un bel po’ di più che in Legend. 

I capitoli si alternano, uno per protagonista, e sono della lunghezza perfetta, non troppo brevi ne troppo lunghi ed entrambi i POV sono interessanti, non ti viene mai voglia di saltarne uno per leggere quello dell’altro.
Come nel precedente,i protagonisti sono fatti molto bene, e in molti aspetti si evolveranno anche. June con le sue osservazioni e precisazioni tecniche mi mette sempre di buon umore. Day è grandioso!!!


 
 

 
 
 
 
 
 
Li ho shippati tantissimo ♡ _ ♡ .
Anche Tess è carina, e fa dei ragionamenti molto giusti. In effetti, Day passa sopra a troppe cose.

La scrittrice mi ha accontentato: ha fatto conoscere meglio Thomas, ha scritto più approfonditamente della Repubblica, delle Colonie e della figura dell’Elector, di cui vorrei sapere ancora molto.

Però, ha accantonato, la faccenda del morbo, visto che nel primo era tanto importante, avrei preferito che ci si dedicasse ulteriormente.

Bello il finale, che sconvolge le certezze e che, nonostante ci sarà un seguito, rimane abbastanza chiuso.
Però, quell’ultima cosa non me la doveva fare ç_ç
Voglio leggere Champion!!! 

Prodigy ebook amazon

 

 

Lui è bellezza,fuori e dentro. 


Lui è un raggio di sole in un mondo in tempesta. 
Lui è la mia luce.

 

 
Che ne pensate? Vi è piaciuto più questo o il primo?Il vostro personaggio preferito?

7 thoughts to “Recensione: Prodigy di Marie Lu”

  1. Mi sono piaciuti allo stesso modo, anche se Tess è un personaggio troppo freddo e razionale per i miei gusti (anche se consono al suo ruolo, essendo un soldato), invece Day è più di pancia quindi mi aggrada di più ^___^

    1. Non si può mai stare tranquilli 😉 mi devo sempre preoccupare per qualche personaggio…A me piacciono i finali che finiscono bene (anche se non quelli banali dove TUTTO è apposto e tutti sono accoppiati) però con i dispotici non si può mai sapere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *