Il principe crudele di Holly Black – Recensione

Cover Il principe crudele di Holly BlackIl principe crudele è il primo libro della nuova trilogia di Holly Black ambientata nel mondo delle fate.
Vi scrivo la mia recensione prima dell’uscita (il 24/09) del secondo volume: Il re malvagio.

Nel romanzo vediamo cosa succede quando tre sorelle: Vivi, Jude e Taryn vengono portate nel mondo magico dopo l’assassinio dei loro genitori e cresciute dalla persona che li ha uccisi.

Seguiremo in particolare la storia di Jude, la più combattiva delle tre.

Nel volume ritroviamo la classica mitologia sulle fate, essere crudeli, incapaci di mentire ma in grado di manipolare gli altri, di usare la magia e di creare patti molto pericolosi con gli umani.

Tra queste creature spicca il giovane e crudele principe Cardan che ogni giorno tormenta la protagonista senza che lei possa far niente. Fino a quando il potere non passa di mano.

La storia inizia molto lentamente e protagonista a parte i personaggi non spiccano per personalità, Cardan compreso.

La pseudo sottotrama amorosa l’ho trovata un po’ campata in aria (ma per fortuna non ce la dobbiamo sorbire per molto).

Tutta questa prima parte mi ha annoiata, nonostante la scrittura fluida,  ma proprio quando stavo per perdere le speranze, a circa metà libro, le cose hanno iniziano a farsi interessanti  (quindi fatevi forza e andate avanti).

A Jude iniziano a succedere cose ben più stimolanti che essere bullizzata da un principino ubriaco e ci sono intrighi di corte, spie, omicidi, lotte di potere e avvincenti colpi strategici.

Il cliffhanger finale mette voglia di leggere il seguito (che ho già finito e che vi posso dire che è nettamente migliore).

State seguendo questa trilogia, che ne pensate? Cos’altro avete letto della Black?

P.S.  fino al 2 ottobre 2019, se comprate almeno 20 euro in una selezione di libri (tra cui: il re malvagio) di vari editori, Amazon vi regala un buono sconto del valore di 7 euro. Ecco il link della promozione: https://amzn.to/2kVmy9R

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *