Later di Stephen King: Recensione

Later di Stephen King Il  nuovo libro di Stephen King: Later è uscito in italiano. Questa è la mia recensione.

Later racchiude in se tutte le tematiche care a King: un bambino che entra in contatto con il Male e deve sconfiggerlo, una sottotrama mistery e un po’ di soprannaturale.

Jamie Conklin, il protagonista, ha un potere unico che per il suo bene deve tenere nascosto. Un giorno però dovrà usarlo per poter salvare delle vite, e la sua vita relativamente normale cambia totalmente, perché nonostante la bontà del gesto qualcosa di Malvagio lo inizia a seguire.

La storia è raccontata dal suo punto di vista e questo renderà tutto più suggestivo e  il lettore sentirà subito una grande empatia con lui.

Il libro è scorrevolissimo, coinvolgente ed ipnotizzante, si potrebbe leggere anche tutto in una volta, emozionare e angosciante, una Ghost Story, nella quale a mettere paura è la realtà e le cose terribili che gli esseri umani fanno.

Un personaggio molto interessante, inizialmente inaspettato, è stato quello di Liz, una poliziotta che scopre il potere di Jamie, ha dato una grande svolta alla storia, non vi dico altro per non fare spoiler, ma tenetela d’occhio.

Anche il finale, che spesso è il punto debole dei romanzi dello scrittore, è ben realizzato, con una rivelazione inaspettata e mette voglia di un seguito.

Molto apprezzato anche il riferimento ad IT, che farà felici i fan dello scrittore. Avete capito qual è?

In conclusione, Later non è il più bel libro di King che io abbia letto ma è comunque un ottimo romanzo, magnetico ed emozionate.

Molto probabilmente, presto lo vedremo trasformato in un film o una mini serie, e non sarebbe per niente male come idea. Vi piacerebbe?

Come vi è sembrato? Quale titolo di King vorreste leggere?

 

Later italiano su amazon
 

 

6 thoughts to “Later di Stephen King: Recensione”

  1. Come scrissi già in un commento precedente, io non sono una grandissima fan di Stephen King. Questo romanzo, però, mi ispira parecchio. Il fatto che sia anche una ghost story, poi, me lo rende ancora più allettante.

    Di King mi piacerebbe leggere anche L’ombra dello scorpione.

    1. King deve piacere, però per me scrive in modo estremamente coinvolgente e credo che tra tutto quello che ha scritto è facile trovare qualcosa che rispecchia i propri gusti. Per me è stato amore con 22/11/63 e poi ho iniziato a esplorare libri suoi ma di “genere” diverso. L’ombra dello scorpione deve essere un capolavoro, ma anch’io non l’ho ancora letto.
      Questo è stato una lettura molto avvincente ^^ e piacevolissimo, si potrebbe leggere in una giornata, nonostante non siano poche pagine.
      Buone letture!

  2. Finora ho letto soltanto Misery di King, perché altre sue opere mi spaventano (soprattutto per la mole xD) però mi piacerebbe leggere altro di suo e questo nuovo titolo mi ispira molto 🙂

    1. Questo potrebbe essere una buona idea, non è troppo lungo, non fa tanta paura ed è estremamente coinvolgente e scorrevole^^
      Misery è tra i miei preferiti <3
      Buone letture!

  3. Sono una brutta persona se confesso che a me King non piace? 🙈
    Ci bisticcio ogni volta che provo a leggere qualcosa di suo, sarà che proprio il genere non mi fa impazzire. 😔 Chissà magari Later, che me lo descrivi come scorrevole, potrebbe essere il libro della svolta, o forse no. 🙊 Per ora continuo a procrastinare e faccio come gli indolenti e aspetto la serie tv 🤣

    1. Le serie tv e i film tratti dalle sue opere, sono quasi sempre, pessimi XD non so se ti conviene.
      Se non ti piace il suo stile, c’è poco da fare, altrimenti le sue storie toccano molti temi e generi differenti e potresti trovare qualcosa che fa per te 😉
      Per me, leggere le sue storie è un vero piacere, adoro come unisce scene di normale quotidianità a elementi “strani” o spaventosi. Mi piacciono molto anche le sue opere “crime” e 22.11.63 ^^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *