Ti regalo le stelle di Jojo Moyes: recensione

Ti regalo le stelle di Jojo Moyes Ti regalo le stelle è il nuovo libro di Jojo Moyes, autrice di Io prima di te, ecco la mia recensione.

Il romanzo è ambientato nel 1937 in Kentucky, dove Alice si è trasferita dopo aver deciso impulsivamente di sposare Bennett Van Cleve e di lasciare l’Inghilterra e  la sua famiglia con cui non va tanto d’accordo. Ha grandi aspettative per questa nuova vita che però troppo presto si scontrano con la realtà: un suocero orribile ed invadente, un marito soggiogato dal padre e con cui lei non riesce a creare un rapporto, giornate tristi e vuote.

La svolta la portano i libri, in città si sta formando un  gruppo di donne a cavallo il cui compito è quello di portare libri e riviste in giro per la contea creando una biblioteca ambulante in grado di raggiungere anche le persone che abitano nelle valli e montagne più lontane e che altrimenti non avrebbero accesso ai libri e alla lettura. Alice entra a far parte del gruppo e conosce delle persone straordinarie che l’aiuteranno a capire chi è veramente.

Il romanzo è stato una lettura molto bella, lo stile di scrittura è scorrevole ed è difficile smettere di leggere. Anche per via di un colpo di scena da romanzo giallo. L’ambientazione storica è realistica (così come il progetto di costruzione della WPA Packhorse Library per portare i libri nelle zone più remote), le descrizioni, sopratutto delle montagne e della natura, sono suggestive e tutta la storia risulta molto coinvolgente.

Uno dei  punti forti di Ti regalo le stelle sono i personaggi: le protagoniste sono, ognuna in modo differente, donne forti che vanno contro le regole e i pregiudizi di quel tempo, che credono nella potenza dei libri e nel bisogno di aiutare gli altri. I personaggi maschili hanno ruoli molto meno positivi, anche se qualcuno si salva, e con loro si creano la giusta tensione e drammi che rendono appassionante il libro. Anche le storie dei personaggi secondari, che si intravedono quando le ragazze consegnano i libri, sono ben fatte  e arricchiscono la storia (è stato bello vederli imparare a leggere e appassionarsi alla lettura partendo anche da forme diverse da quella del libro come le ricette e i fumetti).

Le parti romance del romanzo sono un po’ banali in quanto seguono i classici stereotipi del genere, ma riescono comunque a far emozionare.

Questo libro di Jojo Moyes è molto diverso da Io prima di te , più simile a Per rivederti ancora (che mi è piaciuto tanto) e sia per come è stato scritto, che per la storia e i personaggi l’ho apprezzato molto di più. Ve lo consiglio!

Voi lo avete già letto? Vi ha emozionato? Che altri libri di Jojo Moyes vi sono piaciuti?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *