Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne: recensione

Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne di Mackenzi Lee

Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne è il secondo libro della nuova trilogia di  Mackenzi Lee (autrice anche di Loki, Il giovane dio dell’inganno) e seguito di Guida ai Vizi e alle Virtù per Giovani Gentiluomini.

Pronti per la recensione?

Il libro è uscito in una versione doppia che contiene sia questo titolo che il primo e anche la novella: Guida alla fortuna in amore per giovani gentiluomini.

Quanto sono geniali i titoli???!!!!

Dopo le avventure del Gran Tour, con Monty e Percy, Felicity decide di cercare di realizzare il suo grande sogno studiare medicina in un università importante. Ma è più difficile di quanto potesse credere, perché è una donna e nessuno la prende sul serio.

Il matrimonio di una vecchia amica, però, potrebbe essere l’occasione giusta per entrare nel team di una spedizione scientifica condotta da un famoso dottore.
Guida ai pizzi e alla pirateria per giovani gentildonne su amazon

Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne mi è piaciuto molto di più del primo (che, comunque, avevo apprezzato molto). Felicity è una protagonista interessante: intelligente ma a volte goffa, che sembra super determinata e spietata, ma nasconde delle insicurezze e la paura di non farcela. Ogni giorno deve combattere per farsi vedere come una “persona” e non come lo stereotipo che gli uomini credono siano le donne.

Nonostante il romanzo sia ambientato nel 1700, i sentimenti e i problemi di Felicity sono molto attuali, e molte ragazze (e anche ragazzi) ci si potranno immedesimare.

Se vi state chiedendo se nel libro ci sono anche  Monty e Percy la risposta è che faranno delle comparsate ma non sono loro i protagonisti.

Ho trovato la storia molto avvincente e stimolante, anche questa volta ci sono viaggi da intraprendere, torneranno i pirati (che saranno più presenti rispetto al primo) e ci saranno numerosi colpi di scena.

Ad arricchire la storia ci sono molte scene divertenti.  I pizzi saranno molto importanti 😛Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne fan art

Verrà fatta vedere la condizione femminile di quel periodo, oltre che con Felicity anche attraverso le altre due coprotagoniste, ragazze con caratteri diversi che devono affrontare anche loro i pregiudizi di genere e i problemi che ne derivano.

Se nel volume precedente viene posta l’attenzione sull’omosessualità e sulla bisessualità dei protagonisti, in Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne, si parla dell’asessualità. 

A fine libro ci sono delle note molto interessanti scritte dall’autrice che vi spiegheranno che, nonostante la trama di finzione,  le protagoniste sono ispirate a donne realmente esistite che hanno combattuto per essere accettate negli ambiti da loro scelti, leggetele!

Guida ai pizzi e alla pirateria per giovani gentildonne su amazon

E dopo potrete scoprire: Guida alla fortuna in amore per giovani gentiluomini. Novella carina che si inserisce temporalmente tra la prima e la seconda storia, in cui vediamo l’evolversi del rapporto tra Percy e Monty. Non mi è dispiaciuta, ma tornando indietro, l’avrei letta seguendo l’ordine cronologicodopo la parte di Felicity stona un po’.

Sono rimasta piacevolmente colpita da entrambi i libri e da come vengono affrontati con consapevolezza e competenza temi molto importanti. Sono molto curiosa di leggere: The Nobleman’s Guide to Scandal and Shipwrecks. (Il protagonista dovrebbe essere lo Gnomo).

4 thoughts to “Guida ai Pizzi e alla Pirateria per Giovani Gentildonne: recensione”

    1. A me è piaciuta molto, è interessante e trasmette dei messaggi che ho trovato molto giusti e ho trovato la sua evoluzione fatta bene.
      Non vedo l’ora che esca il seguito 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *